Successo per il Cacao Camp: oltre 5000 i visitatori durante Terra Madre

Il Cacao Camp, lo spazio riservato al mondo del cacao e del cioccolato a Terra Madre, ha riscosso un grande successo. A testimoniarlo, oltre alla gradita visita di Carlo Petrini, anche una elevata e costante presenza di pubblico, intrattenuto nell'arco di tutta la giornata da un interessante calendario di attività che ha coinvolto esperti e produttori di cacao di tutto il mondo e la produzione live di tavolette di cioccolato. L’offerta di laboratori, inoltre, ha visto la partecipazione di adulti e piccoli ospiti, che hanno assaggiato e giocato con il cioccolato, scoprendo da dove viene e com’è fatto. Entusiasmo degli appassionati per il progetto "Gelato Libre" dedicato alla valorizzazione del cacao e firmato da Gianluca Franzoni.

Apprezzate le degustazioni di pairing dedicate all’abbinamento di cioccolato e spirits, ma anche i seminari “Chocolate Experience”, organizzati dall’Istituto Internazionale Chocolier, pensati per tutti coloro che vogliono imparare a degustare il cioccolato e riconoscere la qualità. Hanno suscitato molta attenzione anche gli incontri con i produttori di cacao dei Presìdi e i delegati di Terra Madre intervenuti da Ecuador, Colombia, Togo, Costa D’avorio, Messico, Sao Tomè, Brasile e Venezuela. Il 100% Criollo si conferma il best seller del cacao camp: si tratta di una tavoletta a base di pura massa di cacao, senza zucchero, burro di cacao ed emulsionanti aggiunti, espressione della purezza del Criollo, il cacao più raro proveniente dal Venezuela.  

I NUMERI DEL CACAO CAMP

  • 5000 le persone che hanno partecipato alle attività organizzate dal Cacao Camp
  • 2400 le coppette assaggiate di gelato Libre, il nuovo progetto dedicato alla valorizzazione del cacao firmato da Gianluca Franzoni
  • 800 le persone che quotidianamente hanno degustato cioccolato e gelato 
  • 100 le tavolette di cioccolato “Terra madre - food for change” vendute 
  • 40 gli esperti del mondo del cacao, produttori e attori della filiera, intervenuti al Cacao Camp
  • 40 i chili di fave di cacao processati in diretta dalla Bean to Bar 
Maggiori informazioni su Domori

DOMORI: IL PRIMATO DEL CIOCCOLATO

Domori è stata fondata nel 1997 da Gianluca Franzoni ed è parte del Gruppo illy dal 2006; a giugno 2019 il Gruppo illy ha annunciato la costituzione della sub holding Polo del Gusto, presieduta da Riccardo Illy, che raggruppa tutte le attività extra caffè.
Gianluca Franzoni ricopre oggi la carica di Presidente di Domori, mentre Andrea Macchione ne è Amministratore Delegato e Chairman di Prestat, storico Brand inglese di cioccolato, fornitore della Casa Reale, entrato a far parte di Domori a marzo 2019.

Domori, con sede a None (Torino), è considerata una realtà d’eccellenza nel mondo del cioccolato super premium, portavoce di una vera e propria nuova cultura del cacao, basata su un’instancabile ricerca per la qualità e la purezza della materia prima, che ha reso il marchio competitivo a livello mondiale

Sin dalla sua fondazione Domori ha sviluppato il Progetto Criollo, che da 25 anni protegge la specie di cacao più preziosa e rara al mondo: il Criollo rappresenta infatti soltanto lo 0,001% del cacao prodotto nel mondo. I primati di Domori sono numerosi: è stata la prima azienda al mondo a impiegare solo cacao fine, la prima a recuperare in campo la biodiversità del cacao Criollo, la prima a produrre un cioccolato con cacao Criollo, la prima a realizzare una tavoletta 100%, la prima a riutilizzare una formula antica e semplice, cioè pasta di cacao e zucchero, la prima a creare un Codice di Degustazione del Cioccolato per scoprire le infinite sfumature del cacao.
Il modello Domori, basato su filiera e ricette “corte” e rigorose, è oggi largamente ripreso dai produttori di tutto il mondo.
A settembre 2019, Domori ha avviato una partnership creativa con Annamaria Testa, che ha firmato il nuovo claim del Brand e la campagna “Il cioccolato è un mondo” realizzata con le foto di Guido Harari.

Domori
Via Pinerolo 72-74
10060 None (Torino)