Successo per il Cacao Camp: oltre 5000 i visitatori durante Terra Madre

Lunedì 24 settembre 2018 — Il Cacao Camp, lo spazio riservato al mondo del cacao e del cioccolato a Terra Madre, ha riscosso un grande successo. A testimoniarlo, oltre alla gradita visita di Carlo Petrini, anche una elevata e costante presenza di pubblico, intrattenuto nell'arco di tutta la giornata da un interessante calendario di attività che ha coinvolto esperti e produttori di cacao di tutto il mondo e la produzione live di tavolette di cioccolato. L’offerta di laboratori, inoltre, ha visto la partecipazione di adulti e piccoli ospiti, che hanno assaggiato e giocato con il cioccolato, scoprendo da dove viene e com’è fatto. Entusiasmo degli appassionati per il progetto "Gelato Libre" dedicato alla valorizzazione del cacao e firmato da Gianluca Franzoni.

Apprezzate le degustazioni di pairing dedicate all’abbinamento di cioccolato e spirits, ma anche i seminari “Chocolate Experience”, organizzati dall’Istituto Internazionale Chocolier, pensati per tutti coloro che vogliono imparare a degustare il cioccolato e riconoscere la qualità. Hanno suscitato molta attenzione anche gli incontri con i produttori di cacao dei Presìdi e i delegati di Terra Madre intervenuti da Ecuador, Colombia, Togo, Costa D’avorio, Messico, Sao Tomè, Brasile e Venezuela. Il 100% Criollo si conferma il best seller del cacao camp: si tratta di una tavoletta a base di pura massa di cacao, senza zucchero, burro di cacao ed emulsionanti aggiunti, espressione della purezza del Criollo, il cacao più raro proveniente dal Venezuela.  

I NUMERI DEL CACAO CAMP

  • 5000 le persone che hanno partecipato alle attività organizzate dal Cacao Camp
  • 2400 le coppette assaggiate di gelato Libre, il nuovo progetto dedicato alla valorizzazione del cacao firmato da Gianluca Franzoni
  • 800 le persone che quotidianamente hanno degustato cioccolato e gelato 
  • 100 le tavolette di cioccolato “Terra madre - food for change” vendute 
  • 40 gli esperti del mondo del cacao, produttori e attori della filiera, intervenuti al Cacao Camp
  • 40 i chili di fave di cacao processati in diretta dalla Bean to Bar