Qualità e sostenibilità: Domori sempre più "green"

Qualità e sostenibilità: Domori sempre più "green"

A partire dal prossimo autunno Domori adotterà per i propri prodotti un nuovo packaging eco-friendly, più sostenibile e funzionale.

Da sempre impegnata nella promozione di una nuova cultura del cacao, basata su una filiera corta e sulla sostenibilità delle coltivazioni, Domori ha coerentemente iniziato un processo di revisione completa degli imballaggi, puntando sull’abbattimento degli sprechi, sulla riduzione dei materiali e la preservazione della “qualità dirompente” Domori.

 

Spiega Andrea Macchione, AD di Domori: “Il nostro cioccolato di qualità superiore è sempre più un prodotto associato al Life Style, a un atteggiamento quindi di grande consapevolezza e attenzione verso il benessere personale e l'ambiente.  La qualità Domori entra nella quotidianità di consumatori particolarmente esigenti, attenti alle proprie scelte di consumo e al loro impatto, sensibili alla filosofia del less is more". 

La revisione del packaging Domori prevede una drastica riduzione del materiale usato per il confezionamento dei prodotti, evitando l’uso di materiali non riciclabili o ad alto impatto ambientale come la plastica. L'obiettivo è una riduzione del 30% già per l’anno in corso sul consumo di tutti i materiali d’imballaggio. 

Già per il 2019, per le linee Organic (Land Costa D’Avorio e Land Brasile), I 75g DomoriDragées In Flowpack sarà disponibile il nuovo confezionamento in carta riciclabile: il tradizionale astuccio in cartoncino viene eliminato, per  abbattere il consumo di carta, mentre l’innovativo involucro di confezione diventa il vero protagonista della bontà Domori.  

Il materiale scelto, di produzione Masterpack, è un flowpack in carta riciclabile, implementato con barriera all’ossigeno per garantire la corretta conservazione e il mantenimento delle caratteristiche organolettiche del cioccolato Domori. Attualmente, anche lo snack 25g Domori_To_GO ha una confezione riciclabile al 100% in alluminio; in futuro, comunque, si prevede di utilizzare il nuovo flowpack di carta anche per questo prodotto. 

Più in generale, si prevedono inoltre nuove misure per ridurre l'impatto ambientale: tutti gli astucci sono stati ridotti di grammatura, mentre tutti gli imballi secondari - destinati al trasporto e all’esposizione del prodotto -saranno ridotti al minimo e realizzati con cartoncino riciclato non trattato e privo di plastificazioni. 

Commenta Macchione: "Da sempre Domori ha cercato di unire innovazione, ricerca, biodiversità e sostenibilità. Sono tutti valori, questi, parte della storia del nostro Brand impegnato, sin dalla sua fondazione, ad operare nel più profondo rispetto di tutto ciò che ci circonda, sempre in una visione di sostenibilità a lungo termine, pensando al futuro e alle nuove generazioni. Domori continua a investire nella responsabilità ambientale rimanendo fedele alla propria filosofia di qualità dirompente".

Maggiori informazioni su Domori

DOMORI: IL PRIMATO DEL CIOCCOLATO

Domori è stata fondata nel 1997 da Gianluca Franzoni ed è parte del Gruppo illy dal 2006; a giugno 2019 il Gruppo illy ha annunciato la costituzione della sub holding Polo del Gusto, presieduta da Riccardo Illy, che raggruppa tutte le attività extra caffè.
Gianluca Franzoni ricopre oggi la carica di Presidente di Domori, mentre Andrea Macchione ne è Amministratore Delegato e Chairman di Prestat, storico Brand inglese di cioccolato, fornitore della Casa Reale, entrato a far parte di Domori a marzo 2019.

Domori, con sede a None (Torino), è considerata una realtà d’eccellenza nel mondo del cioccolato super premium, portavoce di una vera e propria nuova cultura del cacao, basata su un’instancabile ricerca per la qualità e la purezza della materia prima, che ha reso il marchio competitivo a livello mondiale

Sin dalla sua fondazione Domori ha sviluppato il Progetto Criollo, che da 25 anni protegge la specie di cacao più preziosa e rara al mondo: il Criollo rappresenta infatti soltanto lo 0,001% del cacao prodotto nel mondo. I primati di Domori sono numerosi: è stata la prima azienda al mondo a impiegare solo cacao fine, la prima a recuperare in campo la biodiversità del cacao Criollo, la prima a produrre un cioccolato con cacao Criollo, la prima a realizzare una tavoletta 100%, la prima a riutilizzare una formula antica e semplice, cioè pasta di cacao e zucchero, la prima a creare un Codice di Degustazione del Cioccolato per scoprire le infinite sfumature del cacao.
Il modello Domori, basato su filiera e ricette “corte” e rigorose, è oggi largamente ripreso dai produttori di tutto il mondo.
A settembre 2019, Domori ha avviato una partnership creativa con Annamaria Testa, che ha firmato il nuovo claim del Brand e la campagna “Il cioccolato è un mondo” realizzata con le foto di Guido Harari.

Domori
Via Pinerolo 72-74
10060 None (Torino)