Minibond Domori: successo del collocamento

Minibond Domori: successo del collocamento

Richieste pari a tre volte il valore dell'offerta per i Minibond Domori, che debuttano sul mercato a metà dicembre.

Si è chiuso con successo, con richieste per oltre tre volte il valore dell'offerta, il collocamento dei minibond Domori, la cui emissione è fissata per il prossimo 14 dicembre su ExtraMot PRO3 di Borsa Italiana, il nuovo segmento obbligazionario dedicato alle PMI e società anche non quotate. 
Domori è pronta quindi ad affrontare per la prima volta i mercati finanziari, con l'emissione per un importo di cinque milioni di Euro destinata solo a
investitori istituzionali.
Questi i dettagli dell’operazione, approvata nel corso della seduta del Consiglio di Amministrazione di Domori S.p.A. del 29 ottobre 2020: i minibond, taglio minimo 100 mila euro, avranno durata di 6 anni e una struttura bullet, prevedendo quindi l’intero pagamento del capitale alla scadenza, e verranno emessi con una
cedola annuale del 3,75%. Tra le caratteristiche più innovative dei minibond, c'è senz'altro la garanzia pubblica di Mediocredito Centrale (MCC) confermata al 90% per il valore dell'emesso su un bond quotato.
Commenta
Andrea Macchione, amministratore delegato Domori: "I minibond Domori hanno raccolto l'attenzione e la fiducia degli investitori: le richieste per 15 milioni di euro, a fronte dell'emissione di 5 milioni di euro, confermano l'interesse del mercato per questi nuovi strumenti finanziari con cui aziende non quotate possono farsi conoscere sui mercati e strutturarsi per passi successivi.
Ringraziamo
tutto il team di BPER Banca per averci supportato nell’ideazione di questa operazione, creando un precedente unico in questo segmento di mercato. Per Domori si tratta di un passaggio fondamentale".

Consulenti dell’operazione:

  • Consulenti Legali:
    Weigmann Studio Legale, avv. Marco Di Toro e avv. Maria Pene Vidari
    Orrick
  • Advisor e Arranger:
    BPER Banca S.p.A.
  • Auditor:
    EY S.p.A.
  • Due Diligence finanziara:
    EpYon
  • Ricerche in materia di investimenti:
    Value Track

 

 

Maggiori informazioni su Domori

DOMORI: IL PRIMATO DEL CIOCCOLATO

Domori è stata fondata nel 1997 da Gianluca Franzoni ed è parte del Gruppo illy dal 2006; a giugno 2019 il Gruppo illy ha annunciato la costituzione della sub holding Polo del Gusto, presieduta da Riccardo Illy, che raggruppa tutte le attività extra caffè. 

Gianluca Franzoni ricopre oggi la carica di Presidente di Domori, mentre Andrea Macchione ne è Amministratore Delegato e Chairman di Prestat, storico Brand inglese di cioccolato, fornitore della Casa Reale, entrato a far parte di Domori a marzo 2019.

Domori, con sede a None (Torino), è considerata una realtà d’eccellenza nel mondo del cioccolato super premium, portavoce di una vera e propria nuova cultura del cacao, basata su un’instancabile ricerca per la qualità e la purezza della materia prima, che ha reso il marchio competitivo a livello mondiale

Sin dalla sua fondazione Domori ha sviluppato il Progetto Criollo, che da 25 anni protegge la specie di cacao più preziosa e rara al mondo: il Criollo rappresenta infatti soltanto lo 0,001% del cacao prodotto nel mondo. I primati di Domori sono numerosi: è stata la prima azienda al mondo a impiegare solo cacao fine, la prima a recuperare in campo la biodiversità del cacao Criollo, la prima a produrre un cioccolato con cacao Criollo, la prima a realizzare una tavoletta 100%, la prima a riutilizzare una formula antica e semplice, cioè pasta di cacao e zucchero, la prima a creare un Codice di Degustazione del Cioccolato per scoprire le infinite sfumature del cacao.
Il modello Domori, basato su filiera e ricette “corte” e rigorose, è oggi largamente ripreso dai produttori di tutto il mondo.
A settembre 2019, Domori ha avviato una partnership creativa con Annamaria Testa, che ha firmato il nuovo claim del Brand e la campagna “Il cioccolato è un mondo” realizzata con le foto di Guido Harari.

Domori
Via Pinerolo 72-74
10060 None (Torino)