La linea Trinitario

Monorigini e blend prodotti con il cacao più prezioso proveniente da Perù, Colombia, Tanzania, Madagascar e Venezuela

Venerdì 14 luglio 2017 — Dalla ricercatezza della massima qualità nel cacao nasce la linea Trinitario, una collezione dedicata all’omonimo cacao selezionato dagli esperti Domori e proveniente da Perù, Colombia, Venezuela, Tanzania e Madagascar.  

Dalla sintesi aromatica di queste pregiate varietà locali, nascono anche i blend 70%, 80%, 90% e 100%, una novità per tutti gli appassionati di cacao che desiderano degustare un prodotto dal perfetto equilibrio aromatico.

Da luglio è possibile acquistare in anteprima online sullo shop Domori (www.domori.com) la linea rinnovata anche nel packaging. Un appuntamento imperdibile per i collezionisti e gli amanti di questa varietà fine che possono gustare i blend e le monorigini in una vesta grafica completamente rinnovata. 

Una collezione dedicata ad un cacao prezioso: il Trinitario

Prodotte a partire da cacao Trinitario, tipo di cacao che identifica l’omonima linea, le tavolette si contraddistinguono per una personalità aromatica e gustativa unica. Il nome della collezione è stato infatti scelto con l’obiettivo di far conoscere una tipologia di cacao ad oggi poco nota, dalla storia antica e dalla qualità elevata: il Trinitario, un cacao fine che oggi rappresenta circa l’8% del raccolto mondiale. Esso discende da una ibridazione tra il Criollo, dal quale ha acquisito caratteristiche aromatiche e sensoriali, e il Forastero, celebre per il suo vigore e le alte rese. Secondo la leggenda il suo nome deriverebbe dall’isola di Trinidad, luogo in cui pare sia nato a seguito dell’estinzione del Criollo e all’introduzione, per opera di alcuni frati brasiliani, del Forastero.

La collezione

Blend Trinitario 70%, 80%, 90% e 100%

Le migliori varietà di cacao Trinitario selezionate accuratamente dagli esperti Domori sono declinate in quattro esclusivi blend: gli aromi della materia prima si incontrano per creare varietà di cioccolato dal perfetto equilibrio aromatico.

I pack, a cura di RobilantAssociati, presentano stile essenziale, geometrico e rigoroso, per esprimere la “scienza del cacao” di Domori, composta da un’alchimia perfetta tra aromaticità, rotondità, purezza e persistenza gustativa. La nuova linea comprende:

  • cioccolato Trinitario fondente 70%, caratterizzato da un profilo aromatico rotondo e delicato in cui spiccano piacevoli note di datteri, cereali e crema di latte

  • cioccolato Trinitario fondente 80%, caratterizzato da un aroma netto e deciso con note di frutta agrumata e fiori bianchi

  • cioccolato Trinitario fondente 90%, caratterizzato da una nota esplosiva di frutta secca che, dopo qualche secondo, lascia spazio a quelle più delicate di frutta fresca e fiori

  • cioccolato Trinitario fondente 100%, pura massa di cacao con note di frutta secca, caramello, miele, pane tostato. L’esperienza sensoriale più intensa, la più ricca varietà di sfumature aromatiche, pura passione senza compromessi.

Le Monorigini

Le differenze organolettiche di ciascuna monorigine si riflettono nelle differenze delle cinque aree geografiche di provenienza, ovvero Perù, Madagascar, Colombia, Venezuela e Tanzania.

Nel progetto realizzato da RobilantAssociati su ciascun pack gli animali tipici del territorio, magistralmente illustrati, raccontano l’origine delle tavolette e le caratteristiche del territorio di provenienza.

  • PERÙ (Apurimac)

    Una delicata freschezza e una discreta acidità arricchiscono il profilo sensoriale di questo cioccolato proveniente dall’entroterra del Perù e coltivato nelle terre abbracciate tra i fiumi Ucayali e Marañon. È lungo il Rio Ucayali che si è registrato il primo contatto europeo con il cacao sudamericano ed è tra i generosi corsi d’acqua del Perù che potrebbe risiedere la culla più selvaggia del cacao: proprio queste terre potrebbero essere l’origine di tutte le specie di Theobroma, la pianta del cacao, esistenti.
    La Singola Origine del Perù ha il sapore del riscatto sociale: il cacao Trinitario selezionato da Domori proviene dalle coltivazioni della cooperativa Sumaqao, che raggruppa piccoli produttori locali marginalizzati e riscattatisi grazie alla coltivazione del cacao in tre principali aree, Vrae, Ayacucho e San Martin.  

    “Lavorando insieme, proteggendo l’ambiente e la biodiversità grazie ai principi di onestà e cooperazione, possiamo cambiare la vita dei coltivatori”: questa è la visione che ha guidato la cooperativa Sumaqao nella creazione della MINKA TARPUY Development Association, associazione nata per migliorare la qualità di vita dei piccoli coltivatori promuovendo lo sviluppo delle loro potenzialità tecniche, sociali e di business.

    Tipo di coltivazione: Trinitario
    Paese e regione di provenienza: Perù, con due principali centri geografici - le vallate dei fiumi Ucayali e Marañon, che confluiscono nel Rio delle Amazzoni. Le zone di produzione sono divise in 5 Regioni: VRAE, Ayacucho, Cuzco, Junin, Ucayali e San Martin. 
    Note gustative: Molto delicato con discreta acidità e una freschezza di gusto che lo rende ricercato protagonista in produzioni di alta pasticceria e nei cocktail.
  • COLOMBIA (Teyuna)

    La Colombia è una “terra morbida”, capace di produrre complessi e delicati cacao dall’antico passato: prima del terremoto che colpì e distrusse la città di San Faustino, centro del commercio nazionale, il cacao colombiano eguagliava quello venezuelano. Oggi, le reliquie di quell’antico cacao sono rarissime e la produzione si è spostata prevalentemente verso le valli di Santander, estendendosi fino alla costa settentrionale.
    Caratterizzato da dolcezza e finezza rare, con note di frutta secca e miele, il Trinitario Colombia è un cacao che Domori ha contribuito a preservare grazie alla collaborazione con la cooperativa colombiana Asoprolan, la quale ha ottenuto dal governo colombiano locale gestione dei terreni per aiutare i contadini ad abbandonare la coltivazione della coca, in favore del cacao.   

    Tipo di coltivazione: Selezioni di cloni di cacao Trinitario colombiano
    Paese e regione di provenienza: Colombia, con diverse aree produttive: le valli di Santander, intorno a San Vincente de Chucuri, che si estendono fino a Santa Marta, sulla costa settentrionale. Nell’entroterra, lungo le rive del Rio Caquetà e all’estremità meridionale del Paese, al confine con l’Ecuador.    
    Note gustative: Dolcezza e finezza rare, con note di anacardi e un retrogusto di miele.
     
  •  TANZANIA (Morogoro)

    Nonostante l’habitat naturale della pianta di Theobroma sia la foresta pluviale, con i suoi altopiani più asciutti e le catene montuose con cicli di pioggia variabili la Tanzania ha saputo accogliere il cacao, oggi coltivato in vastissime aree del paese. Oggi, la produzione avviene prevalentemente nella regione di Morogoro, a sud della Mbeya, nel distretto del Rungwe e di Kyela, per dare vita a un ibrido amazzonico in cui emergono le note intense del Criollo. Esse conferiscono al cioccolato un carattere deciso. Al palato, il Morogoro rivela una lieve astringenza, una piacevole amarezza e corpo e peso mediamente leggeri. 
    Con un potenziale ancora in larga parte da sviluppare, il Governo ha intrapreso misure per la creazione di una strategia nazionale per lo sviluppo del cacao, che qui vanta profili aromatici che vale decisamente la pena esplorare. Qualità, tracciabilità e trasparenza sono i punti di forza della collaborazione con l’azienda agroalimentare Olam, attiva in 70 Paesi, e con la derivata Olam Cocoa.

    Tipo di coltivazione: cloni di Trinitario
    Paese e regione di provenienza: Tanzania, nella ristretta area di Morogoro, una regione meridionale del Paese.  
    Note gustative: immediata nota di cacao
     
  • MADAGASCAR (Sambirano)

    Il cacao che oggi possiamo gustare proveniente dalla regione di Sambirano è un ibrido discendente dal celebre “Old red” e da varietà provenienti da Java, con l’aggiunta di trinitario e forastero presenti sul territorio a partire dal 1950. Negli ultimi anni, i produttori hanno lavorato sul rilancio del potenziale aromatico di questo cacao poco noto fino ai primi anni Duemila. Il cacao della regione Sambirano è un ibrido che regala gradevolissime note fruttate e acidule.

    Tipo di coltivazione: Ibrido di cacao Criollo e Trinitario.   
    Paese e regione di provenienza: Madagascar, regione occidentale, nella valle del fiume Sambirano. 
    Note gustative: Profumo intenso, con note aromatiche di frutti rossi, anacardi, pepe e cannella, accompagnate da una gradevole acidità. Dolce e rotondo, grande persistenza.
     
  • VENEZUELA (Sur Del Lago)

    Siamo in Venezuela, la terra considerata capitale mondiale del cacao di alta qualità. Anche qui, nel corso dei secoli si sono susseguite le ibridazioni, ma il profilo aromatico del cacao venezuelano non lascia spazio a dubbi: qui, tra note di frutta e noci, prevale un retrogusto supremo di cioccolato. Qui ogni valle da Chuao a Cuyagua ha una sua reputazione ed eredità, per un labirinto genetico dove resta forte l’impronta del Criollo. 
    I deserti e le spettacolari Dune della zona di Falcon, i grandi laghi e le vette delle Ande forgiano una complessità aromatica senza eguali. Tra queste terre, nello stato del Sucre, nel 2000 Domori ha avviato una partnership con la storica famiglia Franceschi, dell’Hacienda San Josè, attiva sul territorio già dal 1830. Questa collaborazione ha permesso la selezione degli ibridi che compongono il cacao Sur del lago, provenienti dalle piantagioni limitrofe al lago di Maracaibo.

    Tipo di coltivazione: Trinitario
    Paese e regione di provenienza: stati venezuelani di Merida, Trujillo, Tachira e Zulia a sud del lago Maracaibo.
    Note gustative: Ha un aroma delicato e molto fresco con note di mandorle e caffè. Bassa acidità e astringenza, grande finezza ed eleganza, e lunga persistenza.

Prezzo

T​avolette 25g, 3.50€
Tavolette 50g, 5,00€

In vendita sul sito www.domori.com

 

Trinitario, Perù
Trinitario, Perù
Trinitario, Madagascar
Trinitario, Madagascar
Trinitario, Venezuela
Trinitario, Venezuela
Trinitario, Colombia
Trinitario, Colombia
Trinitario, Tanzania
Trinitario, Tanzania
Trinitario, 70%
Trinitario, 80%
Trinitario, 90%
Trinitario, 100%